Vai ai contenuti

YOMI SHIN TAI

L'ORGANIZZAZIONE

YOMI: capacità dell’individuo di percepire capire ciò che sta per accadere  prima  ancora che accada.
SHIN:  è lo spirito e il cuore
TAI:  il corpo
Possiamo  affermare che il significato di YOMI SHIN TAI voglia dire: capacità di vedere con gli occhi della mente  ciò che sta  per accadere attraverso lo spirito,  il cuore e l’allenamento del corpo.

lo  YOMI SHIN TAI nasce ufficialmente nel 1998  sotto la guida di Sensei Raffaele  Foti, a quel tempo Shodan, con la volontà di promuovere e divulgare l’insegnamento dell’Aikido.

Lo YOMI SHIN TAI,  affiliata al Kai Shin Kai,  pratica ed  insegna  l’Aikido Tradizionale.

Il gruppo iniziale dello  YOMI SHIN TAI  era composto da uno stretto numero di allievi.   Questa scelta ponderata ha fatto sì che oggi  parte di tale gruppo  (composto da Vincenzo Foti , Michele Foti, Savasta Giuseppe) sia diventato  importante  per l’organizzazione dell’associazione stessa.

Nel 2002 si aggiunge al progetto YOMI SHIN TAI  Sensei Adriano Tonelli,  a quel tempo Sandan.  Il suo arrivo e la sua esperienza arrichisce la YOMI SHIN TAI non soltanto sotto l'aspetto tecnico (Tachi waza), ma soprattutto sul lavoro delle armi (Buki waza).     

Nel 2004 L'Aikikai Foundation  the Aikido Word Headquarters  riconosce ufficialmene il KAI SHIN KAI quale organizzazione  qulificata per l'insegnamento dell’Aikido.

Nel 2006 la YOMI SHIN TAI entra a far parte del Centro Nazionale Sportivo Libertas  in cui  Sensei Raffaele,  che col  passare  degli  anni ha raggiunto il grado di Yodan, viene nominato il responsabile  tecnico regionale per l’Aikido.

L'ottimo lavoro svolto in Italia  da parte di Sensei Raffaele  Foti e i suoi istruttori (Adriano Tonelli oggi Yodan, Vincenzo Foti  e Michele Foti oggi Nidan ) porta il Kai Shin Kai e il  Centro Nazionale Sportivo Libertas a firmare una convenzione  Internazionale con relativo e reciproco  riconoscimenti dei gradi nel marzo 2007. “Vedi COnvenzione”.

In questa fase il Kai ShinKai riconosce la YOMI SHIN TAI  come sua rappresentante unica sul territorio Italiano e Sensei Raffaele Foti Yodan  ne viene nominato il referente Tecnico Nazionale.

Questa nuovo assetto, nel settembre 2007  fa aderire al progetto altre persone del gruppo originario del Kai Shin Kai in valle d'Aosta.
Tra questi c'è Sensei Massimo Mancini Nidan con un corso in Aosta e Gianluca Corsentino con l'apertura di un corso in Sardegna; incomincia cosi il progetto di crescita della Yomi ShinTai Aikido Kai Shin Kai D'Italia anche nelle altre regioni.

Nel 2008 lo Yomi ShinTai Aikido Kai Shin Kai D'Italia si arricchisce con L' iscrizione di due nuovi dojo in Lombardia. Un Dojo a MILANO,  diretto dal Maestro Massimiliano Gandossi 4° DAN;
un secondo a Brescia,  diretto dall'istruttore Stefano Bresciani 1° DAN.

A FEBBRAIO DEL 2009 IL  REFERENTE TECNICO NAZIONALE DEL KAI SHIN KAI,  BILL HARRIS VII DAN,  CONFERISCE A FOTI RAFFAELE IL GRADO  DI GODAN ( 5° DAN).

Nel 2009 Massimo Mancini e Sergio Berruti fondano lo Jissei Kai.

Nella stagione sportiva 2010/2011, le scuole di Milano e Brescia e lo Jissei Kai lasciano la Yomi ShinTai Aikido Kai Shin Kai D'Italia in quanto non in linea con il programma tecnico dell'organizzazione.

Massimo Mancini rimane con la  Yomi ShinTai Aikido Kai Shin Kai D'Italia .

Nella stagione 2011/2012  Foti Rocco II Dan apre ufficialmente un proprio dojo.

Nell'anno sportivo 2012/2013 lo Yomi ShinTai lascia il CNS-Libertas Centro Nazionale Sportivo Libertas,  affiliandosi alla UISP Unione Italiana Sport per Tutti.

Questo percorso è l'inizio di un progetto ambizioso, che speriamo possa trovare sviluppi di crescita per entrambe le organizzazioni.

Insegnanti:

Tutti i nostri insegnanti sono Istruttori qualificati  con diploma rilasciato dal KAI SHIN KAI, organizazzione riconosciuta ufficialmente  dall’AIKIKAI di Tokyo e dal suo  Doshu Moriteru Ueshiba,  oltre che  dalla Federazione Italiana Judo Lotta Karate e Arti Marziali (FILJKAM).

Torna ai contenuti | Torna al menu